“Ma sul fronte social network non c’è solo Facebook. Lo sa bene Simone Rossi che questo febbraio ha…” [http://maisuccesso.tumblr.com]

Shared by Max

Spettacolo…

“Ma sul fronte social network non c’è solo Facebook. Lo sa bene Simone Rossi che questo febbraio ha postato sul suo tumblr, una piattaforma di blog che somiglia a un social network, il seguente messaggio: «ho scritto un libro costa 10 euro: se me lo ordinate almeno in venti, io lo stampo e ve lo spedisco. Altrimenti non vale la pena, grazie lo stesso e tanti saluti». In un mese raccoglie 130 adesioni, 1300 euro virtuali con cui stampa 500 copie e paga le spese di un tour promozionale del libro. Per numeri piccoli e soprattutto per uno scrittore semi-esordiente, è un modello che ha funzionato; ora anche Elena Marinelli che lo ha accompagnato nei reading musicali con i quali ha girato un mezza Italia, sta per fare lo stesso. Durante questo tour alcune delle persone che si sono incontrate “fuori dall’internet” hanno pensato di metter in piedi un progetto analogo ma multi-autore: «un romanzo-mostro con dentro tutta la gente brava dell’internet, dove con gente brava intendiamo quelli che sanno scrivere, gente che ha un blog ma che secondo noi sono proprio degli scrittori, persone di talento che secondo noi dovrebbero finire sugli scaffali dei lettori meno smanettoni, perché stare su internet è una gran perdita di tempo, ogni tanto, ma ogni tanto si trovano pezzi-di-scrittura che io personalmente vorrei far leggere a mia madre, o a mia zia, o al mio amico che conosce gli autori che stanno in vetrina in libreria, ma a cui non arriva la parola di uno scrittore-che-sta-su-internet». Questo progetto si chiama lo Strascico. E parte, come anticipo, da una base economica estemporanea: i 20.000€ che Federico Pucci, fondatore dell’inziativa, con Simone ed Elena, ha vinto partecipando a Chi vuol essere Milionario di Gerry Scotti.”

Le piattaforme di trivellazione del web | eudemonico (via lapaolina)

Rispondi